La seconda Brescia-Napoli si svolge nel settembre del 2017 e si tinge di rosa: al gruppo dei cinque promotori si aggiungono due nuovi amici e sei donne, di cui quattro in sella e due alla guida dell’immancabile Fiat 1100 del 1956, quest’anno adibita solo al trasporto bagagli.
Sono proprio le donne che rendono questo viaggio più gentile ed aggraziato. Tra le moto d’epoca in viaggio la più vecchia è una Bianchi Freccia d’oro del 1934, che arriva a Napoli con le necessarie manutenzioni in percorso e taglia il traguardo con tutte le altre motociclette sul lungomare Napoletano, nel bellissimo quartiere di Mergellina.

Un viaggio di oltre mille km, un’avventura nella quale si valorizzano lo spirito di gruppo e le reciproche competenze: viaggiare assieme favorisce il legame tra i centauri, le fatiche del percorso sono mitigate dalla meraviglia dei luoghi, dei paesaggi, da mare e montagne, dai colori.

PROGRAMMA

Programma
  • Serata inaugurale: Giovedì 28 Settembre
  • Viaggio: da Venerdì 29 Settembre a Lunedì 2 Ottobre
  • Motociclette: costruite entro l’anno 1976 (compreso)
  • Squadre: 5 persone per ogni squadra, con almeno una motocicletta non superiore a 175 CC

ITINERARIO

Programma

Come da regolamento e tradizione il percorso è libero: vengono indicati i punti di partenza, di arrivo e alcuni punti intermedi di controllo in fasce orarie stabilite.

  • 1^ giornata: Brescia – Bagno di Romagna
    * con passaggio a Mantova
  • 2^ giornata: Bagno di Romagna – Civita Castellana
    * con passaggio sul colle dei Mandrioli
  • 3^ giornata: Civita Castellana – Formia
    * con passaggio a Roma
  • 4^ giornata: Formia – Napoli
    * con passaggio a Posillipo

SQUADRE

Programma

Tartarughe

  • Lorenza Galli – Guzzi Airone del 1955
  • Laura Bonardi – Royal Enfield mod. D del 1940
  • Paolo Pezzotti – Lambretta LD del 1960
  • Tarcisio Buffoli – MV Agusta del 1958
  • Mario Gaburri – Bianchi Freccia d’Oro del 1934

Lepri

  • Chiara Serina – Sunbeam S8 del 1954
  • Gino Guido – BMW telaio 345551 del 1956
  • Luigi Levorato – Cagiva 6N SXT del 1976
  • Ivano Tognassi – Guazzoni 150 del 1950